Gli impianti nel piano di trattamento in protesi fissa e rimovibile

Abstract

In implanto-protesi le regole suggerite dalla letteratura non sono numerosissime, essendo tale disciplina ancora giovane e a tutt’oggi in rapido divenire. Di conseguenza non bisogna commettere errori di pianificazione, di posizionamento implantare, di riabilitazione. L’osteo-integrazione viene considerata oggi come qualcosa di altamente predicibile, al contrario dei primi anni ’80. Partendo da questo presupposto, e confortati dalle elevate percentuali di successo clinico delle riabilitazioni implanto-protesiche, obiettivo di questo modulo è illustrare quali sono la maggior parte dei presupposti clinico-scientifici su cui si basa sia il successo riabilitativo, sia la stabilità dei tessuti molli peri-implantari, la loro gradevolezza, il loro trofismo. Tali fattori rappresentano infatti, unitamente all’osteo-integrazione, la ragione di una corretta integrazione biologica-estetica-funzionale dei manufatti implanto-protesici attualmente realizzabili. Verranno inoltre spiegati ed illustrati in dettaglio diversi casi clinici, alcuni anche attraverso filmati, scelti per attinenza all’argomento del corso.

Programma:

Elementi di diagnosi e piano di trattamento
Strategie, razionale e pianificazioni operative;
Gli impianti nel piano di trattamento integrato.
L’elemento implanto-protesico:
Cenni sui concetti storici su cui si fonda l’osteo-integrazione;
Obiettivi in implanto-protesi: dall’osteo-integrazione come primo scopo, all’integrazione estetica-funzionale come obiettivo attuale;
Il trofismo “tessuti-duri/tessuti-molli” in implanto-protesi: un binomio indissolubile;
Impianti one-stage e two-stages; quali differenze?
Considerazioni sull’ampiezza biologica e sull’interfaccia fixture/manufatto protesico/emergenza/connessione;
L’importanza della misura del tragitto trans-mucoso;
Quali regole e protocolli seguire per un corretto posizionamento implantare;
Concetti base di anatomia chirurgica;
Preparzione del campo operatorio in implantologia: chirurgia sterile e chirurgia pulita;
Il post-operatorio: farmacologia ed indicazioni
Relazione fra posizione della piattaforma implantare ed emergenza del manufatto implanto-protesico;
“Posizionamento-3D” protesicamente guidato;
Quali limiti effettivi nell’inserimento protesicamente guidato? Quali compromessi accettare? Quali i compensi leciti?
Errori ed accorgimenti; come può influire la ceratura diagnostica, perché, in che modo,;
Quali differenze rispetto all’utilizzo degli elementi dentari ricavati dal commercio (denti “da protesi mobile” adattati), quali risvolti sulle mascherine chirurgiche;
Cenni sulle differenze fra protesi cementata e protesi avvitata;
Il platform-switching; cenni sulle connessioni;
I provvisori implantari, tipologie e preferenze personali;
Cucchiaio individuale, tecniche d’impronta;
Come trasferire in fase d’impronta la posizione dell’impianto e la forma del tragitto trans-mucoso;
Dal dente singolo, al settore, all’arcata: accorgimenti, necessità, consapevolezze, strategie;
Edentulie complete, mono-edentulie intercalate, selle libere;
Il post-estrattivo immediato,
I pilastri implantari custom-made: quali i vantaggi oggettivi?
Overdentures implantari; dalla pianificazione del paziente edentulo alla consegna;
L’importanza della prova-denti prima della produzione della barra;
Quali le barre attuali migliori e di più facile gestione?
Quale finalizzazione in caso di 4 impianti, e quale in caso di 5?
Le Toronto: cenni e casi clinici;
Quale aiuto può fornire la terapia muco-gengivale in implanto-protesi? Tecniche di rientro in casi a guarigione sommersa e loro risvolti clinici;
Tecniche di rigenerazione: dai casi semplici alle ricostruzioni 3D.
Socket-preservation.
La finalizzazione
Il margine di continuità delle cappe (cenni), in implanto-protesi come in protesi fissa;
Metallo-ceramica, allumina, zirconia, disilicato di litio (monolitico e “cut-back”);
Tecniche e princìpi di camouflage per ottimizzare il camaleontismo restaurativo in implanto-protesi;
Tecniche di condizionamento tissutale;
Perché conservare in caso di carico immediato il primo modello di lavoro, e come impiegarlo in fase di finalizzazione.
I casi semplici, di media difficoltà, i casi estesi:esperienze personali, timing operativi, priorità, buon senso;
Gli impianti nel piano di trattamento in protesi fissa;
Gli impianti nel paziente parodontale;
Gli elementi dentari compromessi: estrarre e ricorrere all’implantologia oppure cercare il recupero dell’elemento dentario naturale?
Quale il limite? Esperienze dell’autore e casi clinici esplicativi.

 


Relatori:

Dott. Cristina Coraini

Dott. Cristina Coraini

Qualifica e Diploma di odontotecnico a Milano negli anni 1990 e 1991. Laurea a pieni voti con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria a Milano nel 1996. International Certificate Postgraduate in Implanto-Protesi ed Esthetic Dentistry presso la New York University (2003-2005). Dal 1998 ad oggi frequentatore e borsista in vari reparti dell'Istituto Stomatologico Italiano di Milano, ove dal 2012 è Responsabile del reparto di Parodontologia-Implantologia e Protesi CAD-CAM. Nel Maggio 1998 vincitore agli “Amici di Brugg” del premio UTET "Il caso clinico che non dimenticherò mai”, e nel settembre 2013 insieme al suo tecnico Sig. Luca Vailati del premio internazionale sull’occlusione al 15° ICP World-Congress. Socio attivo della SIE (Società Italiana di Endodonzia), dell’AIG (Accademia Italiana di Gnatologia) e dell’AIOM (Accademia Italiana di Odontoiatria Microscopica). Membro del comitato di lettura della Rivista “Il Giornale Italiano di Endodonzia”, organo ufficiale della Sie, nella quale dal 2017 è Coordinatore delle sezioni regionali. Responsabile Culturale e Segretario Lombardo 2011-2015 della Sle, Sezione Lombarda della Sie. Segretario Culturale AIOM nel biennio 2014-2016, attualmente ne è il Segretario nazionale. Autore di 55 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali, e di svariate comunicazioni in contesti italiani e stranieri. Co-Autore di diversi capitoli di libri di testo e monografie inerenti temi endodontici, parodontali ed implanto-protesici, Docente ad invito presso diversi Atenei nazionali. Dal 2017 Professore a.c. in Protesi, Dipartimento di Scienze Biomediche Chirurgiche e Dentali, Discipline Odontostomatologiche II, Università degli Studi di Milano. Campi di applicazione: endodonzia, implanto-protesi, parodontologia, chirurgia orale, odontoiatria estetica e micro-dentistry.


Trailer del corso


Partecipa Subito

Accedi e scegli se acquistare con bonifico bancario, paypal o carta di credito per l'attivazione immediata del corso. Puoi sospendere la visione in qualunque momento per riprenderla anche da un altro computer, tablet o cellulare.


Contenuti

Devi effettuare l'iscrizione al corso per visualizzare i contenuti


Valutazione corso

3.8

Come valuta la rilevanza degli argomenti trattati rispetto alle sue necessità diaggiornamento?
(1: Non rilevante - 5: Molto rilevante)

4.0

Come valuta la qualità educativa di questo programma FAD?
(1: Insufficiente - 5: Eccellente)

3.7

Come valuta la utilità di questo evento per la sua formazione/aggiornamento?
(1: Insufficiente - 5: Molto utile)


Informazioni ECM

Crediti ECM: 21.0

Codice di accreditamento: 309693

Ambito/Obiettivo formativo: APPLICAZIONE NELLA PRATICA QUOTIDIANA DEI PRINCIPI E DELLE PROCEDURE DELL'EVIDENCE BASED PRACTICE (EBM - EBN - EBP)

Periodo Accreditamento: 01/01/2021 – 31/12/2021

Professioni
Discipline

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica, Anatomia patologica, Anestesia e rianimazione, Angiologia, Audiologia e foniatria, Biochimica clinica, Cardiochirurgia, Cardiologia, Chirurgia generale, Chirurgia maxillo-facciale, Chirurgia pediatrica, Chirurgia plastica e ricostruttiva, Chirurgia toracica, Chirurgia vascolare, Continuità assistenziale, Cure palliative, Dermatologia e venereologia, Direzione medica di presidio ospedaliero, Ematologia, Endocrinologia, Epidemiologia, Farmacologia e tossicologia clinica, Gastroenterologia, Genetica medica, Geriatria, Ginecologia e ostetricia, Igiene degli alimenti e della nutrizione, Igiene, epidemiologia e sanità pubblica, Laboratorio di genetica medica, Malattie dell'apparato respiratorio, Malattie infettive, Malattie metaboliche e diabetologia, Medicina aeronautica e spaziale, Medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro, Medicina dello sport, Medicina di comunità, Medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza, Medicina fisica e riabilitazione, Medicina generale (medici di famiglia), Medicina interna, Medicina legale, Medicina nucleare, Medicina termale, Medicina trasfusionale, Microbiologia e virologia, Nefrologia, Neonatologia, Neurochirurgia, Neurofisiopatologia, Neurologia, Neuropsichiatria infantile, Neuroradiologia, Oftalmologia, Oncologia, Organizzazione dei servizi sanitari di base, Ortopedia e traumatologia, Otorinolaringoiatria, Patologia clinica (laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia), Pediatria, Pediatria (pediatri di libera scelta), Privo di specializzazione, Psichiatria, Psicoterapia, Radiodiagnostica, Radioterapia, Reumatologia, Scienza dell'alimentazione e dietetica, Urologia

Odontoiatra

Odontoiatria

Igienista dentale

Igienista dentale